Multi Tabbed Widget

sabato 29 maggio 2010

32

CROLLA IL MURO - L'800 più intenso della mia vita ...

Bene bene, dopo una dura giornata di lavoro e 1h di fondo lento per rigenerarmi e digerire le ultime endorfine pensando al doppio giro di ieri sono pronto a raccontare la gara di ieri.

Arrivo al campo alle 18.45 ormai il sole ha asciugato perfettamente la pista dopo il nubifragio e non c'è traccia di vento, tempo ideale! FINALMENTE non ci posso credere!
Alla spicciolata arriva un sacco di gente, si parla, si scherza, si chiacchiera, ma è già ora di scaldarsi con l'amico Franco che tenterà di prendersi il titolo di campione sociale strappatogli martedì da Damiano Ricci sulla distanza dei 400 metri. Meditiamo tattiche, ma alla fine, come al solito verranno stravolte totalmente :)

Il tempo di godermi le batterie dei 200 con Danilo in grande spolvero e finalmente con la sua manabrea! 

Sono molto tranquillo e sicuro, ma quando mi metto sulla linea di partenza il cuore mi parte letteralmente per la tangente! Cavolo da 50 bpm a 150! :) - Di colpo sono agitatissimo, fortuna vuole che la pistola faccia 3 volte cilecca! 

Poi finalmente si parte e di colpo si accende la luce e scompare ogni tipo di tensione ...

Il primo pensiero va al mio allenatore e le sue parole mi echeggiano dapperttutto ""BANDO ALLA TIMIDEZZA PORCA TROIA! , fregatene degli altri e mettiti davanti a tirare te stesso" e "agisci sfrontato e con coraggio!" poi penso a quell'800 maledetto del 15/10 e allora parto deciso e soprattutto FORTE! Prendo subito la testa, come vuole il Mister e sul rettilineo mi distendo! Sono concentrato e penso agli EVENT RUN e a quanto mi han fatto bene! 

Passaggio ai 200 in 30" . So che il ritmo è notevole perchè cerco subito di rompere il fiato (di solito lo faccio ai 300 all'ingresso in rettilineo), rallento leggermente e curo la postura, (event run docet!). Sento di correre bene, decontratto e agile! Sono molto rilassato e dalla foto si nota...
  
Sul rettilineo un tifo indiavolato anche se sono talmente concentrato che non riconosco nessuno. Alzo per un attimo la testa al cielo per respirare e capire come sto e mi accorgo di stare alla grande! Sento il microfono che annuncia il passaggio del primo giro e poco dopo mi accorgo di essere passato "un po' piano" (64" e rotti) - 

Ecco, inizia la gara ... 

Mi viene in mente un'email del Panda "devi migliorare dal 400 al 600, quello è il tuo punto debole" - decido di provare una progressione e il 500 è perfetto (1'19" e rotti) , in quel momento ho la conferma di aver fatto un passaggio "prudente" , prendo coraggio e consapevolezza di averne!

Sento due amici di Franco incitarlo, sono 2 top: Cangimi e Sguera quest'ultimo M35 da 2' netti sull'8 - urlano "Dai Franco sfrutta il rettilineo, sfrutta il rettilineo, dai che lo prendi .." - col CAVOLO che mi prende! Oggi sono troppo determinato e mi basta sostituire il mio nome al suo e sfruttare a mio favore il loro tifo per involarmi verso il 600 che penso di passare in 1'36" ...

Ecco, inizia un'altra gara ...  

La stanchezza comincia a farsi sentire, ma l'entrata in curva è ottima, il resto purtroppo è un mezzo disastro! Mi scompongo un po' e patisco le buche vicino alla corda più mentalmente che fisicamente. Allargo un po' verso la seconda corsia e perdo un po' il ritmo, me ne accorgo e mi innervosisco ...L'impressione è di rovinare tutto così all'ingresso in rettilieo decido di calare l'asso e rischiare il tutto per tutto!

Dal 400 al 600 sono stato finalmente perfetto, ma ora avrò il cambio di ritmo? Penso a Lorenzo e a tutte le volte che me lo dice e sparo, sparo di brutto! Devo fare un finale perfetto altrimenti niente crollo del muro!

Si materializza una nuova dimensione (forse quella auspicata da PUCCI, l'amico di Max al miglio di Voghera? "sotto i 2'10" è un altro mondo disse.....), alzo la testa, bello dritto e come per incanto ho come l'impressione di portare le ginocchia al petto! Di colpo si visualizza davanti a me il muro tanto sognato, ma non è vicino e devo fare di più così continuo a chiedere straordinari alle mie gambe e soprattutto alla mia testa! Ormai corro sulle ali dell'entusiasmo, il tifo è da stadio e cerco di succhiarlo il più possibile e provo ancora...mi sembra davvero di volare, è bellissimo!

A circa 40 metri dal traguardo si accende pericolosamente la spia dell'acido lattico! Spia rosso FUOCO! La sensazione è impressionante! 

Come se ti inniettassero acqua all'interno senza però sbocchi d'uscita, prima o poi scoppia tutto! Ma io rilancio ancora e sembra di alzare pali di cemento armato non cosce :) e qui inizia una personale sfida con un nuovo avversario ...

L'amico LATTICO prova in tutti i modi a fermarmi, ma io non mollo e rilancio ancora e ancora e alla fine taglio il traguardo! Le gambe si bloccano di colpo e sono pesantissime! Questa volta è quasi overdose, ma gli ultimi 100 dovevo spararli altrimenti non me lo sarei mai perdonato...

Non ricordo chi mi abbia detto il tempo, ricordo solo la faccia contenta di mio padre...

La gioia interiore è impressionante e anche l'acido lattico sembra compiacersi del risultato! In fondo l'abbiamo fatto insieme, la sfida con lui è sempre avvincente! Da oggi ho un nuovo avversario dentro di me :-)

Piano piano viene drenato, ricordo la stretta di mano con tutti, con Diego che è rimasto solo per vedermi, dalle tribune! Grazie amico! 

Poi Cristiano, Andrea, Frederic e Antonio ...e Danilo tutto trafelato che mi ha preso gli intermedi correndo praticamente un 800 anche lui ...grandissimo! Penso non sia riuscito nemmeno a defaticare...

Mi dispiace solo dimenticare altri amici (spiace tantissimo l'assenza di Lorenzo, ci sei mancato!!), ma dopo una corsa del genere hai bisogno di bere, di stare qualche secondo tranquillo in modo che l'acido lattico defluisca dalla testa e la scarica di endorfine si plachi almeno un po' ...

Poi entra la fase post gara...

Sono momenti in cui non pensi più a nulla e ti senti in pace, tranquillo e rilassato in cui ti vengono in mente tutti gli allenamenti sotto la pioggia o le corse per tornare al lavoro senza aver mangiato nulla oppure i sacrifici per correre un tal allenamento oppure le sensazioni di non farcela durante delle ripetute e le salite sulla montagnetta sui 300 metri dopo aver fatto tanti sprint da accumulare litri e litri di acido lattico ...Sono momenti in cui trovi un equilibrio interiore che solo quando raggiungi un certo risultato riesci a raggiungere.

E poi tutte le email con il Califfo, tutti i nostri programmi, tutti i nostri pensieri e tutto il tempo che dedichiamo a questo sport per una passione travolgente ...senza di lui mai sarei riuscito a conseguire certi risultati ...

I PB sono fantastici, ma quando crolla un muro importante è tutt'altra emozione ...

E poi parte il 5.000 e giù a fare il tifo pensando però subito alla prossima gara, all'Arena di Milano ....

Se penso che a marzo dello scorso anno corsi il mio secondo 800 in 2'25" ...ed è solo l'inizio! Non sono certo appagato, anzi ...

Sarà un'estate ROVENTE!

GRAZIE A TUTTI e Buone Corse a Tutti !!!!!




Condividi su Facebook Condividi su Facebook


32 commenti:

Micio1970 ha detto...

Bravissimo per il PB ma anche per il PB ... mi sentivo l'acido lattico nelle gambe leggendo ...

Paolo "Cavallo Pazzo" ha detto...

Sono rimasto un po' fermo a pensare prima di rispondere...mi vengono in mente solo queste parole: ..che bello...

Grande racconto Luciano, grandi emozioni, grandissimo tempo!

Barby ha detto...

Wow che racconto coinvolgente! Mi sembrava di vederti!!
Grande Lucky

Anonimo ha detto...

grande prova di condizione e di carettere!

Panda

Anonimo ha detto...

il "porca troia" è un elemento basilare della rifinitura, eh, eh, eh.
con questo tempo per ora sei 6° in italia... a stagione 2009 completa saresti stato 24°... continua la scalata.
luciano er califfo.

GIAN CARLO ha detto...

Super !!

theyogi ha detto...

diciamolo: fate una bella squadra...! :)

fathersnake ha detto...

A parte i muri crollati, hai pure notevoli doti di narratore.I tuoi post sono davvero coinvolgenti.

Anonimo ha detto...

...senza parole... COMPLIMENTI!!
alessio

Tosto ha detto...

bravissimo, il tuo resoconto è proprio un inno allo sport, veramente emozionante.

complimenti ancora!

Furio ha detto...

Bellissima corsa e BELLISSIMA la foto ricordo!
Bravo!

Pimpe ha detto...

non saro' mai un maratoneta ...e dopo racconti come questo , non vorrei esserlo.. 800 metri di puro spettacolo ...! sono queste le cose che mi attirano , il doppio giro, la velocita', l'acido lattico a palla.. io lo cerco sempre nel finale di una gara , aspetto gli ultimi 400 per tirare fuori misure ,oltre.. ecco l'800 E' L'OLTRE ,IL FUORI GIRI...!!

settimana scorsa guardavo su youtube Sebastian Coe nel doppio giro a Firenze..

c'e' quello , poi viene tutto l'altro ...Montale diceva che la maratona e' poesia.. bene io dico che il mezzofondo e' il Caravaggio dell' atletica!

Grazie Lucky!
PIMPE

Mathias ha detto...

Sarebbe solo retorica se mi spelassi di complimenti. Che emozione Luciano, NON puoi farmi venir la pelle d'oca per leggere il resoconto di un post!!..
Il dettaglio del califfo è impressionante..6° in italia?! Ma tra gli mm35? dove si vedono le classifiche..

Playbeppe ha detto...

Bravissimo Luciano per la grande prestazione, ma anche per il tuo racconto!! Non è facile raccontare come hai fatto tu una gara relativamente breve come un 800metri: complimenti davvero!

Fatdaddy ha detto...

L'emozione trasmessa è anche tutta in quella foto pochi metri prima del traguardo, si percepisce la velocità, si vede che "sei entrato in un altro mondo".
Il tuo magico mondo...
Ora mi faccio venire io il Lattico alle mani a furia di applausi!!! ;)

Anonimo ha detto...

math,
sito fidal/attività/statistiche/graduatorie online.
er califfo.

Lucky73 ha detto...

Grazie a TUTTI ragazzi, anche grazie al vostro sostegno, ai vostri incitamenti e al ns. mondo certe cose diventano possibili !!

Alvin ha detto...

Raccontone alla Lucky, adrenalinico da paura, il riassunto sta tutto nella foto sul rettilineo finale... concordo con te, sei solo all'inizio!

Lucky73 ha detto...

grazie Alvin, giovedì la prox puntata :)

Paolo "Cibulo" ha detto...

caspita, complimenti Luciano e Luciano! :=) Anche per il racconto scritto molto bene, veramente lattacido. Sará contento anche il mister, visto che hai seguito le sue indicazioni e ti sei messo subito davanti a tirare.

Luca "Ginko" ha detto...

Ho letto il post tutto di un fiato sembrava un 10.000 invece ch un 800. Che dire.. grandissimo!

nicolap ha detto...

Sempre più belle le foto di tuo papa
quella ai 350 poi... gran postura.
Come ti dissi la prima volta che ci incontrammo al Corrigiuriati quando ti vidi correre nel riscaldamento Tu un giorno mi batterai.

Lucky73 ha detto...

@NIK
grazie Nicola, ricordo e ricordo che mi dicevi che avevo una buona postura e ben impostato :)
Ci vediamo all'Arena!
Ti batto e ti batterò anche sulle altre distanze, ma solo perchè TU non ti alleni altrimenti sarebbero dolori per tutti e lo sai ! :)

@PAOLO & LUCA
grazie ragazzi, importante tirare da subito sul doppio giro chissà che l'ho finalmente compreso! :)

Oliver ha detto...

Ueila che tempone! Complimenti. Il tuo amico LATTICO è sempre un piacere trovarlo eh?

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Te l' ho detto tante volte che sei un grande!Tempo davvero notevole...adesso avrai ancora più motivazioni per arrivare all' Arena al meglio!
Ciao

Anonimo ha detto...

guarda che lo staffettista che ha corso con l'ultima frazione (ha un PB sui 400 peggiore del tuo), ieri ha fatto un 800 in 2'10", (e prima aveva 2'14")...il giorno dopo un 2000siepi, ma dopo be 2 settimane di stop totale (...per la soddisfazione del tuo coach!)
;-)
qundi vedi di abbassare per bene sto 2'09" che già ci sta stretto a tutti!
;-)

Panda

Lucky73 ha detto...

@PANDA
eh eh strettissimo ...

Ma se corre il 2000 siepi è un RAGAZZINO!!!!!!!!!!!

@PASTEO
grazie Alberto! Si all'Arena si va carichi carichi !!

@OLIVER
eh eh grazie, vedremo all'Arena che scherzo vorrà tirarmi :)

Anonimo ha detto...

panda,
infatti (specie tra i velocisti) ci sono molti casi di primati battuti dopo periodi di stop o dopo stagioni in cui a causa di infortuni si è lavorato meno.
luciano er califfo.

Anonimo ha detto...

eh eh califfo, dice bene mio fratello che il riposo è più allenante dell'allenamento

panda

Lucky73 ha detto...

Si Danilo tuo fratello ha ragione, ma solo se ti sei allenato prima :-))

franchino ha detto...

Che bel racconto Lucky! Incalzante come la gara degli 800. Conosco bene quelle sensazioni fisiche che descrivi, aciodsi pura! E anche quel momento di magica euforia che si vive dopo un Pb pensando a tutti i sacrifici fatti... per me questo è il bello della corsa, lunga o corta che sia.

La Polisportiva ha detto...

Bellissimo, complimenti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Calcola la tua velocità
 
Ore:
Minuti:
Secondi:
Metri:
Minuti/KM:
KM/h:
 

 Fonte www.tuttopodismo.it





Responsabilità
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L'amministratore del blog, pur mantenendo costante azione preventiva, non ha alcuna responsabilità per gli articoli, siti e blog segnalati e per i loro contenuti. Ogni commento inserito nei post viene lasciato dall'autore dello stesso accettandone ogni eventuale responsabilità civile e penale. Le foto ed i video contenuti in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono copyright dei rispettivi autori/agenzie/editori.