Multi Tabbed Widget

lunedì 29 agosto 2011

28

Finisce la tabella, iniziano le gare!

IMG_2619 (Medium)Quella scorsa è stata la quinta e ultima settimana di tabella!

Sono state 5 settimane intense, iniziate e Milano e terminate qui a Boston. Oggi ho l’ultimo lavoro di rifinitura 3x(300+100) rec. 1’/5’ +10 1/2 squatB poi sarà scarico fino a sabato 3 settembre : giorno della mia prima vera gara della stagione!

Analizzandola con attenzione devo dire di essere abbastanza soddisfatto in quanto penso di aver ritrovato la velocità dello scorso anno e anche dal punto di vista aerobico sono migliorato anche se non come avrei voluto.

Gli specifici sulla velocità sono andati molto bene, quelli sull’800 bene e quelli sul 1.500 discretamente anche se su quest’ultima distanza rimango molto indietro sui tempi sognati.

IMG_2620 (Medium)

Martedì scorso ho corso un fondo lento di 15K a 4’49”/km con sensazioni di grande stanchezza, ma chiudendo l’ultimo chilometro in modo brillante a 4’10”/km –

In serata ho accompagnato Barbara in una bella corsetta sul Charles River dove ci siamo divertiti un mondo e sul finale bevuta free di acqua di cocco! Alla fine un ottimo 5K in 31’ con ultimo chilometro a 5’52/km!

Mercoledì scorso avevo l’ultimo 5x800 progressione rec 3’ souplesse +6x50 salite rec 3’ che finalmente è andato bene! Su quest’ultimo specifico sono riuscito (quasi) a prendere i tempi obbiettivi cosa impensabile a fine luglio!

Questa la progressione ( parziali ritmo chilometro, tra parentesi l’obbiettivo )

3.54 ( 4’00” )

3.48 ( 3’50” )

3.42 ( 3’40” )

3.34 ( 3’30” )

3.22 ( 3’20” )

Di positivo c’è che sulla quarta non mi sono “addormentato” come nelle precedenti prove e sulla quinta ho quasi centrato i 3’20” che fino a qualche settimana fa sembravano una vera chimera.

Sulle salite poi ho dato l’anima, molto veloci sulla Grove Street.

Giovedì scorso invece avevo l’odiato medio. 6K di fondo lento +6K di medio +2xSkipA

Decisamente stanco per la somma di tanti fattori pensavo di topparlo in pieno e invece trovo anche in questo lati positivi.

Non sono riuscito a prendere il tempo obbiettivo finale ( 4’05” ) , ma ho reagito bene sul finale!

Dopo 6K di lento a 5’02” sono partito per il medio impostando il Garmin in step da 2K come nelle precedenti prove.

Subito mi accorgo che sarebbe stata dura, le gambe sono molto appesantite dall’allenamento, ma soprattutto dalle salite del giorno prima e il vento fastidioso!

Mi trovo ad Harvard e puntanto il Charles River la strada è un leggero (molto leggero) su e giù che patisco parecchio.

Il medio è un allenamento che ti comanda da solo, devi spingere, devi faticare, ma devi sempre cercare di poter spezzare il fiato per non farlo diventare un corto veloce.

Capisco che 4’14”/4’16” è un’andatura che riesco a reggere senza ammazzarmi, provo a forzare un po’ , ma di meglio non riesco a fare così resto concentrato in attesa di chilometri migliori …

2K a 4’14”
2K a 4’16”

Sono abbastanza regolare anche perchè sul 3K e 4K ho il vento un po’ contro e rallentare è fisiologico.

Succede però che allo scoccare del 5K mi si sbloccano le gambe e trovo nuova vitalità.

Controllo il passo giro e vedo che corro senza grossi problemi ad un ritmo di 4’05”/km.

Sugli ultimi 2 tengo costante quel ritmo allungando sugli ultimi 2/300 metri abbassando ulteriormente la media.

2K a 4’02”

Chiudo un buon medio in progressione ed inizio gli SkipA con gambe relativamente stanche.

E integro facendo un saltino da Mike’s Pastry Sorriso - Alla prossima gara dovranno sollevarmi con una gru dai blocchi di partenza Sorriso

IMG00241-20110827-1040

La sera sono andato al mitico Fenway Park a vedere i Red Sox – le mitiche calzette rosse!

Che spettacolo! Lo sport in America è veramente fantastico! Uno spirito introvabile in europa! Nessuna paura, tantissime famiglie, zero violenza! Applausi agli avversari, la possibilità di portare la famiglia allo stadio senza rischiare la vita! Sono innamorato di questa cultura!

1 (2)

1 (5)

1 (14)

1 (12)

Saranno poi un sabato e domenica in attesa dell’uragano Irene ( poi declassato a TSTORM Irene ) che però almeno a Boston sarà un “much ado about nothing!”

IMG00219-20110822-1203

Tra poco vado alla pista del M.I.T. ( in assoluto la mia preferita dopo averne viste parecchie ) a rifinire per la gara di sabato prossimo a Besana Brianza!

IMG00246-20110827-1330

Ma prima preparo il pesto, in onore al mitico Fat!

Finisce la tabella, iniziano le gare! ( finalmente! )

Tornerà in terra (straniera?) mercoledì mattina presto,

nel frattempo BUONE CORSE A TUTTI !


Condividi su Facebook Condividi su Facebook


28 commenti:

franco valsecchi ha detto...

Non vedo l'ora del 400 a Besana,Ho la voglia giusta per un buon risultato,anch'io sett di scarico con solo progressivi,sett scorsa per me 3 x (300 + 200) media dei 3 46.85 e dei 2 29.20.Nettamente più veloce dell'anno scorso,prometto bene.:)

Lucky73 ha detto...

@FRANCO
media velocissima! Io ho fatto una sorta di rifinitura penso 800/400 con recupero tra 300 e 100 di soli 1' - non avevo mai fatto un lavoro del genere e devo dire che è particolarmente duro :)
Alla fine i 300 in 47"3/46"3/45"3 mentre i 100 in 15"3/14"3/14"2 ...l'obbiettivo però era i 300 in 47" e rotti e i 100 in 14" e rotti - sono andato un po' più veloce, sempre senza chiodi ...ma credo vada bene!

Quindi sabato ci sei anche tu? Non correvi il 4 a Bellinzona?

Tosto ha detto...

anche se la velocità non è quella dell'anno scorso, sai bene che puoi stare contento dei risultati raggiunti.

ps. a proposito dello spirito con cui si va allo stadio in america ... effettivamente mi chidedo cosa ci voglia anche in Italia. La verità è che probabilmente c'è l'interesse affinchè ci siano queste frange violente e demenziali!

Lucky73 ha detto...

@TOSTO
sono d'accordo con te, ma il motivo principale è la cultura.

In Italia si va a "tifare contro" prima di tutto o meglio la maggior parte degli italiani fa così perchè è dentro nel loro DNA ...

Qui, al contrario, si va ad assistere ad un grande spettacolo fuori e dentro il campo ...pensa che gli Oakland ad un certo punto han fatto 2 fuori campo consecutivi al Fanway Park!!!! Bene, tutti i tifosi dei Red Sox in piedi ad applaudire ...

Qui non esiste il tifo contro la squadra avversaria o la denigrazione dell'arbitro se non in microscopiche dosi, ma sempre nel rispetto della e delle persone ...

Da questo punto di vista è un altro mondo!

Per quanto mi riguarda vorrei pensare di essere più veloce dello scorso anno o almeno uguale :)

franco valsecchi ha detto...

E' la seconda volta che faccio un lavoro così,la prima però era 300+ 150 e sì,anch'io l'ho trovato durissimo,anche se il recupero era di 5'
Sei veloce,pronto per sabato.
A Bellinzona vado il 10,il 4 sarò a Besana per il 400 e il giorno dopo sempre Besana per l'800 e il giorno dopo casa di riposo anni azzurri

Anonimo ha detto...

figata il 300 + 100 con recupero breve, il califfo me l'aveva fatta provare e l'avevo trovata una seduta fantastica

panda

Simo ha detto...

Red SOx Wawawumaaaaa ... adoro il baseball è stato il mio primissimo sport agonistico, a 11 anni giocavo nei Cardinals [ovviamente mi utilizzavano più per correre veloce tra le basi che per altri aspetti tecnici ehehehehe] ... Luciano non vedo l'ora di sentire delle tue gare !!!!

MauroB2R ha detto...

Corsa a parte mi sa che ti stai proprio innamorando degli states...chissà che tra qualche anno sarà l'Italia la meta delle tue vacanze! ihihih

federico vecchiarelli ha detto...

Lucky complimenti veramente una tabella probante. Tienici informati sulle gare che fai, magari ci si incrocia (io rigorosamente da spettatore). E ottimi i dolci!!!

Lucky73 ha detto...

@PANDA
più che una rifinitura è stato un vero e proprio "lavoro" , duro, ma penso sia andato molto bene ...poi racconterò meglio! I 300 un filo velocini dall'obbiettivo ...

@SIMO
wow! A me non ha mai appassionato, ma vederlo al mitico Fenway park è stato un vero spettacolo!

Ho cercato di studiare bene le regole del gioco, ma ci sono ancora punti oscuri, me li spiegherai :)

Per le gare : siamo pronti !

@MAURO
non li escluderei ...
:)

@FEDERICO
stay tuned!
1° gara sabato 4 a Besana! Ora ci si diverte :) non che non mi sia divertito prima ...ma esordire sul 400 è uno spettacolo!

Anonimo ha detto...

culture... mah!
in italia gli stadi sono turbolenti, probabilmente funzionano come necessari catalizzatori di aggressività, ma poi c'è 1 omicidio ogni 100.000 abitanti... negli states il tasso di omicidi è 20 volte maggiore e in alcune città anche 100 volte.
come se non bastasse, questi pacifici americani se ogni anno non scannano qualche decina di migliaia di persone fuori dagli state non sono contenti.
luciano er califfo.

Simo ha detto...

... e dai er califfo lasciaci nella nostra "fantastica" ignoranza fanciullesca .... ;)!!!ehehehehe

@Luk: per le regole no problem!!!

Lucky73 ha detto...

@CALIFFO
vabbè, ma è totalmente diverso ...qui non hanno storia ed è una multi etnia impressionante che spesso sfocia in ghetti e violenze ...

ti assicuro che qui chi lavora sodo è ben retribuito e sta bene, soprattutto sta al sicuro (vediamo di localizzare tutti sti omicidi) ...e rubano meno, dannatamente meno ...

Necessari catalizzatori di aggressività?

Costruiamo delle arene come nell'epoca romana dove si possono scannare no?

Io vorrei essere libero di andare allo stadio a vedere il mio sport o i miei sport preferiti e non rischiare di beccarmi (bene che mi vada) un razzo in testa ...

Anonimo ha detto...

scusa lucky,
ma minimizzare relegando il problema ai ghetti è un discorso che sfocia nel razzismo. anche i negri e ispanici dei ghetti sono persone che vivono negli states. non sono insetti insignificanti.
anche alcuni paesi nordeuropei sono multietnici, eppure non sono violenti come gli states.
inoltre gli states possono permettersi alti salari (ma ancora per poco) solo perchè riescono a RUBARE alle altre nazioni.
e per finire, là si tromba pure poco e niente!
luciano er califfo.

Anonimo ha detto...

Non c'entra il razzismo, i ghetti ci sono dappertutto, ma qua vista l'immensita del paese sono moltiplicati all'ennesima potenza, per qs arrivano grandi numeri.

In Usa inoltre c'e una grande integrazione con gli immigrati a differenza dell'italia dove siamo costretti a subirci le favolette di un partito.

Sulle altri 2 questioni posso anche darti ragione anche se sul trombare ho qlc dubbio eh eh.....

Lucky

nicolap ha detto...

ti assicuro che qui chi lavora sodo è ben retribuito e sta bene

La Favoletta del giorno

Ti sei fatto un giro nell'america di provincia?

Meglio parlare delle faville del 300+100; hai preso tu l'osso del costato del panda?

Lucky73 ha detto...

@NICOLA
in questa vacanza mi sono concentrato proprio sulla periferia di Boston e alcuni paesi di provincia e ti assicuro che ho avuto riscontri impensati ...quando ci vediamo ti racconterò ...

Quell'allenamento è andato molto bene (a detta del Panda ottimo anche grazie al suo osso eh eh), appena mi riprendo posterò ...

lello ha detto...

grande lucky oramai ti senti molto americano!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

e i 45milioni di americani (1 su 7 !!!) che riescono a non morire di fame solo grazie ai "food stamps"?
dire "ah, ma tanto sono negri delle periferie" è RAZZISMO.
a parte che manco è vero, ci sono un sacco di bianchi...
e la sola schizofrenia che colpisce ben il 15% della popolazione? e se la sommi con le altre malattie mentali?

piccolo esempio di "pax americana":

http://it.euronews.net/2011/08/30/colom-un-crimine-contro-l-umanita-la-ricerca-usa-in-guatemala/

mo' che facciamo? chiamiamo l'onu, la nato e bombardiamo manhattan?

ora, io non sono antiamericano, ci sono molte cose positive in america. ma se qualcuno mi viene a dire che sono "pacifici" e tutti benestanti mi tocca intervenire...
luciano er califfo.

Anonimo ha detto...

boston è la città più pacifica d'america, nel 2011 finora 35 omicidi (a napoli 7):

http://www.boston.com/news/local/massachusetts/2011_murders_in_boston/

contea los angeles: 390 (parecchi pure in quartieri ricchi e in centro)


http://projects.latimes.com/homicide/map/

luciano er califfo.

Anonimo ha detto...

lucky...non fare incazzare il califfo, senò ti passa una tabella di Vittori

Panda

Lucky73 ha detto...

@CALIFFO
Il tuo essere anti americano è palese :) anche perchè mi metti in bocca cose che non ho detto :

non ho mai detto che sono tutti benestanti, ho solo detto che chi lavora sodo sta bene o comunque ha grosse opportunità cosa che da noi non esiste proprio ...

Poi sull'integrazione ...dovremmo prendere esempio ...dunkin' donuts per esempio ...

Ti parlo per esperienze dirette, tu ci sei mai stato in america? Io ho visitato 20 stati e non solo i centri città :)

Certo non vado di sera a New Orleans...

Quell'articolo che citi parla di esperimenti del 47-48 che sono assolutamente da condannare con grande forza! Lo dici a me che ho fatto una tesina sull'Aktion T4!

Altra cosa, sulla cultura ...loro la costituzione, le loro 4 regole le imparano e le rispettano - in generale hanno un grande rispetto per il loro territorio ...noi siamo l'antitesi ...

E poi entro in PISTA gratis!!!

Che poi ci siano immensi eccessi ed immense contraddizioni questo è fuori dubbio ...

@LELLO
a stelle e striscie! :)

Lucky73 ha detto...

@CALIFFO
son tutti emissari di Costello :) in South Boston ...

Ti inviterò a Boston poi mi dirai ...

nicolap ha detto...

Lucky dì quello che vuoi ma il lavorare sodo è una favoletta; se non c'è lavoro non c'è; prenderanno i primi 20 su 100 ma magari anche al 21 e al 43 piaceva lavorare sodo. E ammoritizzatori sociali meno che zero.
Io sono stato solo nello stato di New York nella mia vita, nelle campagne sotto Buffalo, zone di crescente miseria e chiusura fabbriche. Le mobile homes sono ovunque, si tira la cinghia per campare dignitosamente, nulla più, con qualche stipendio che tiene in piedi famiglie allargate.
Lì i ricchi non li vedi proprio - non ci sono.

Lucky73 ha detto...

Nic il lavorare sodo contempla anche che chi lavora ha opportunità chi non lavora (nel senso che s'imbosca) viene sbattuto fuori ...esattamente l'opposto che c'è qua in Italia.

In America uno in gamba può sfondare non uno raccomandato ...

Ho esempi REALI di raccomandati assunti e poi dopo un mese messi alla porta ...

è questa la grande differenza.

Se c'è lavoro o non c'è lavoro è dappertutto non solo in america ...

L'esempio della zona dove dici tu può tranquillamente essere riprodotto in tantissime zone europee ...

non capisco perchè vi ostiniate a prendervela sempre con gli stati uniti ...

Io non ho mai detto che è la terra promessa o la favoletta, ricavo solo cose positive dalle mie esperienze ...ma ne ho dette anche di negative....

Anonimo ha detto...

non sono mai stato negli usa, però sono uno che studia parecchio... e ho vari amici che ci vivono da molti anni... e viverci è diverso da un viaggetto di 1 mese.
non dimentichiamo che dal dopoguerra siamo tutti bombardati costantemente e capillarmente da un FILOAMERICANISMO che ci è entrato perfino nelle ossa e di cui manco ci rendiamo conto, e che comincia da bambini col cinema e i fumetti.
che poi in italia ci sia il problema "mafia" non ci sono dubbi.
luciano er califfo.

Lucky73 ha detto...

@CALIFFO
dal dopoguerra gli USA si sono "presi cura" del mondo, tra poco verranno sostituiti dalla CINA (padroni ormai del loro debito) e vedremo come andrà ...

Anche io ho parecchie testimonianze di gente che ci ha vissuto anche 10 anni o che è rimasta li e non è più tornata in Italia :)

nicolap ha detto...

Dai Lucky nessuno si ostina a prendersela sempre.
Anch'io ho potuto correre nel campus del college del paesino, sempre aperto giorno e notte a chiunque voglia (e in più con un rettilineo in salita e uno in discesa :-))) )
Però su alcuni punti precisi mi son sentito di opinare: sul lavorare sodo = garanzia di successo che era un po' paperopoli.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Calcola la tua velocità
 
Ore:
Minuti:
Secondi:
Metri:
Minuti/KM:
KM/h:
 

 Fonte www.tuttopodismo.it





Responsabilità
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L'amministratore del blog, pur mantenendo costante azione preventiva, non ha alcuna responsabilità per gli articoli, siti e blog segnalati e per i loro contenuti. Ogni commento inserito nei post viene lasciato dall'autore dello stesso accettandone ogni eventuale responsabilità civile e penale. Le foto ed i video contenuti in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono copyright dei rispettivi autori/agenzie/editori.