Multi Tabbed Widget

lunedì 31 agosto 2009

36

Sgamelàa 2009 - L'emozione non ha distanza...


Nella foto il gruppo in parata: Pimpe (72), Alessio (74), Io (8), Salvatore (19) e Stefano (15) all'ottavo km!

Anche l'edizione del 2009 è andata. Mentre correvo l'ultimo chilometro in compagnia di un crampetto al polpaccio sinistro pensavo che finalmente dopo le camminate alla Domo-Lusentino e alla Baceno-Crampiolo sono tornato a riassaporare una gara vera! Sono tornato a soffrire, ma anche a non mollare e questa, per me, la vera vittoria! 

Quest'anno è stato tutto perfetto! Dal nuovo sito internet con servizio di pre-iscrizione all'organizzazione che voglio pubblicamente ringraziare! Non c'è niente di meglio che poter suggerire possibili miglioramenti costruttivi e avere dall'altra parte qualcuno che ti risponde, che ti ascolta. All'inizio non era possibile ritirare i pettorali il giorno prima, poi dopo uno scambio di email sono riusciti a risolvere questo possibile "problema" con il risultato che la domenica si è partiti in orario e non si sono formate code enormi come era successo alla Baceno-Crampiolo. Percorso tracciato bene, tantissimi ristori (peccato non poterne usufruire e lggerete dopo il perchè), medaglia, cartolina segnatempo, 2 biglietti omaggio per le terme di Premia: quest'anno forse per la prima volta ho visto la Sgamelàa crescere davvero anche dal punto di vista organizzativo e credo che il futuro sarà sempre più roseo. E' una gara che pubblicizzata come si deve potrebbe attirare migliai di atleti.

Quest'anno infatti è bastato "adottarla" in società per attirare ben 21 Road! Se penso che l'anno scorso eravamo solo io e Il Compa!! Ah! Abbiamo vinto anche un bel cesto con prodotti Vigezzini.

Ritrovo ROAD e BLOGPOINT incasinatissimi, ma stupendi !! C'era un'aria di festa incredibile! Pimpe, Furio, Kikko, Patty! Qualcuno ha fatto foto?? Purtroppo ero impegnatissimo nella spartizione dei pettorali e mi scuso di non essere stato molto presente con la testa, ma sapete tutti quei conti e tutti quei numeri :-)

Il tempo vola ed è già ora di partire! Il Garmin mi da buca (scarico ...Boh, io l'avevo caricato venerdì) e prendo il crono di mio padre. Poter correre senza BIP strani sarà sinonimo di grande Relax!

I Big Gianni Pistis ( Road 1 ora e 51), Furio ( Blogger 1 ora e 56) e Kikko ( Blogger 1 ora e 57) sono già davanti, io resto nel gruppo con gli amici Stefano (2 ore e 6 minuti monstre!! All'esordio!), Salvatore (2 ore e 12 minuti), Pimpe e Alessio (2 ore e 13 minuti) e sarà così per un bel po', poi piano piano mi staccheranno tutti :-)

I primi km dicono siano tranquilli (forse per loro!), ma siamo costantemente sotto i 5 al km. Giro di lancio a Santa Maria Maggiore, passaggio in pineta, Druogno e prima salita verso Buttogno. La tiro io e le gambe vanno molto bene. Al primo scollinamento Stefano mi affianca e noto subito la sua facilità nell'affrontare le salite. Discesa verso Buttogno (tranquilla) e passaggio con tifo e foto a Crana! Seconda salita verso Toceno e davanti va Stefano che facilmente ci porta allo scollinamento verso Vocogno. Il gruppo è compatto si parla, si scherza si ride e al 10K passiamo in 48 (per me è un gran tempo). Barbara ci aspetta per le foto di rito! Le battute del Pimpe sono divertenti e costanti (Boh secondo me lui non ha mai faticato!).

Arrivati a Craveggia arriva la lunga discesa che ci porterà alla terza salita. Qui Stefano mette la freccia e comincia letteralmente a rotolare, una vera forza della natura! Lo rivedrò solo all'arrivo! Inizia la mulattiera e io faccio fatica anche perchè la mia fascite plantare comincia a farsi sentire. Pimpe mi passa e io cerco di seguirlo. A Prestinone percorso da SkyRace; sto bene e riesco a tenerlo. Arriviamo alla Statale, ci aspetta la salita di Villette. Ci raggiunge Alessio e il gruppo si ricompatta. Alessio è stanco (in discesa era rimasto chiuso), ma in salita recupera alla grande, mentre io comincio a faticare. Il ritmo lo fa Pimpe, non è esagerato, ma io lo patisco un po'! Arrivati in cima discesa su ciotolato e qui la mia fascite plantare comincia ad esagerare. Sento i sassi conficcati nell'arco plantare e perdo terreno dal gruppo. Un male bastia, ma siamo quasi a Re e non posso mollare così accellero.

Al Santuario passo in 1.21 netto (tempone per me!!), Pimpe e Alessio mi aspettano e ci ricompattiamo. Discesone verso il ponte romane Salvatore mette la freccia e passa. Lo rivedrò solo all'arrivo.

Sulla ciclabile di Re comincio ad essere stanco soprattutto mentalmente anche se le gambe sono ancora incredibilmente toniche. Perdo terreno da Pimpe e Alessio e non riesco a reagire. Loro tendono ad aspettarmi, ma quando lo stomaco comincia ad andare in fibrillazione devo rallentare altrimenti rischio il rigetto. Sono rimasto solo! Stomaco del CAZZO, ma stavolta di camminare o mollare nessuna intenzione! 

Al 20K passo in 1 ora e 39 e questo mi permette di fare dei conti. Se corro anche piano il PB lo faccio (il vecchio è 2.29) anzi sono matematicamente sotto i 2.20 a meno di cataclismi.

Imposto un ritmo da lentissimo rigenerante e in discesa vado come in salita, è l'unico modo per non rigettare, se lo faccio perdo le forze e sono perduto! Gli spettri si impossessano di me, mi passano un paio di atleti che mi conoscono, ma io non li riconosco! Che figura!

Arrivo a Malesco e mentalmente sono devastato! Non so sarà la mia indole velocista, ma sono stufo di correre, non mi diverto, vorrei fermarmi. Ancora 4K chi me lo fa fare? Cerco in ogni modo di scacciare questi spettri e ci riesco nella piazza pricipale! Un tifo da stadio! Fantastico! Riprendo alla grande e la salita al ponte della Loana la affronto con grande temperamento! Non cammino mai nemmeno sul rampone!

Dal ponte in avanti mi torna in mente la Corriossola, lì andavo a 4.30 ora faccio fatica a tenere i 6 al km :-)).

Guardo il crono e penso che se non avessi avuto il solito problema allo stomato avrei fatto 2.10 - mi tornano nuove energie e mi lancio un po' in discesa, ma quasi rigetto e allora rallento di nuovo :-))

Altro sterrato e salitone crudele ( per qualche secondo ho odiato seriamente gli organizzatori eh eh )! Corro sempre e nella discesa comincio a sorridere. 

Ultimo ristoro, ma per me i ristori non sono mai esistiti. Sono totalmente disidratato! Non solo non posso bere ora con questo stomaco, non ho potuto farlo per tutta la gara per non anticipare questo malessere!!

Ma ormai non mi ferma più nessuno e in lontananza vedo la Praudina! E' FINITA! Quasi ...ma devo restare concentrato altrimenti rigetto :-)

ULTIMO KM! Vengo assalito da nuova energia e provo a chiudere in modo brillante, ma subito vengo assalito ad un crampo al polpaccio sinistro (te pareva)! Non è terribile quindi riesco comunque a correre anche se zoppico leggermente. Devo rallentare e affronto l'ultima salita! Appena dopo il maneggio la svolta a destra e 26K!! Ma non è finita ci sono ancora 200-300 metri di discesa per arrivare al traguardo. Davanti a me avrò 7-8 persone e innesto la volata da lontano! Niente da fare, il crampo fa male e non riesco ad accellerare (nooooooooooooooo).

Arrivo e la cordata umana è bellissima, è forse uno dei momenti più belli della gara perchè vedi tutta la gente festante che ti incita e di colpo passa tutta la fatica! Vieni ripagato di tanta sofferenza e non puoi non sorridere ed essere felice. Guardo il crono: 2 ore e 15 minuti esplodo dalla felicità! Molti mi diranno che mi accontento di poco, ma per come patisco le lunghissime distante per me questa è più di una vittoria! Riuscire a non mollare, ma soprattutto riuscire a tornare a soffrire (come non avevo fatto al Lusentino e alla Baceno-Crampiolo) per me è un grandissimo traguardo che, spero, mi porterà a raggiungere gli obbiettivi autunnali che sento tanto tanto vicino!

Da dicembre inizierà la lunga preparazione per la  pista e se riuscirò ad ottenere dei buoni risultati per qualche anno rinuncerò a tutte le gare lunghe!

Di una cosa sono sicuro! In quel caso la Sgamelàa mi mancherà tantissimo...

Presto vi indicherò il link a tutte le foto : partenza/8K/10K/arrivo!

Buone Corse a Tutti !

sabato 29 agosto 2009

25

BlogPoint e Ritrovo RRCM alla Sgamelàa 2009 - Aggiornamento!





Pettorali Ritirati !!

Aggiornamento METEO! Oggi (SABATO 29/8) soleggiato con qlc nuvola all'orizzonte. Le previsioni per domani dicono la stessa cosa. Temperatura alle 9/9.30 21°/22° - alle 11.30 25°/26° - al sole fa un po' caldino, ma all'ombra si sta benissimo e c'è un bel venticello.

(giovedì 27/8 soleggiato, temperatura gradevole! Stasera torno a Milano!Negli ultimi giorni le temperature sono precipitate! Ieri mattina (martedì) ha piovuto. Stanotte ha piovuto. Stamattina (mercoledì) piove e alle 9.30 ci sono 17°/18°...Le previsioni svizzere per il giorno della gara comunque sono buone.

Ci siamo finalmente! La tanto attesa Sgamelàa D'Vigezz 2009 si sta per materializzare sotto i nostri piedi. 

Oggi 44 minuti "veloci" Crana-La Vasca-Crana per 9,5K - La brillantezza sembra stia tornando, speriamo in bene :-))

Quest'anno organiziamo due ritrovi con gli amici Blogger e con gli amici del Road Runners Club Milano stessa ora stesso posto!

DOVE? Santa Maria Maggiore (VB) Davanti al Centro del Fondo (vedi mappa stradale e foto esplicative. Davanti al triangolo dove sono seduto io!)

QUANDO? ore 8.30 puntuali - la partenza della gara è alle 9.30 quindi per le 9.00 conviene cambiarsi e scaldarsi. (Io cmq sarò li un po' prima per il ritiro pettorali).

COME? ...di corsa! e possibilmente allenati altrimenti rimane sempre una gran bella passeggiata panoramica tra i bellissimi paesini della Valle Vigezzo

PETTORALI? Dopo alcuni scambi di email il Comitato delle Sgamelàa ha predisposto il ritiro dei pettorali anche nelle giornata di sabato (pubblici complimenti a loro!) Ci si può pre-iscrivere entro il 27/08 sul sito www.sgamela.it (ve lo consiglio caldamente perchè ci sarà un tavolo apposta per i pre-iscritti il sabato 29/08 dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00 e la domenica 30/8 dalle ore 8,00 per il ritiro pettorali e il pagamento della quota). Il costo è di €. 8,00.

MANGIARE? Al centro del FONDO funzionerà un attrezzatissimo posto di ristoro con prodotti nostrani alla GRIGLIA! Potremmo mangiare li o prenotare da qualche parte (qua è pieno di agriturismi e ristoranti dove polenta, selvaggina e funghi nostrani sono eccezionali)

DATI TECNICI DELLA CORSA 26K (abbondanti) attraverso i Comuni della Valle Vigezzo: Santa Maria Maggiore, Druogno, Buttogno (1° salita), Crana, Toceno (2° salita), Vocogno, Craveggia, Villette (3° salita), Re, Malesco (sali e scendi), arrivo a Santa Maria Maggiore. Dislivelli indicativi 500+ / 500- PERCORSO e ALTIMETRIA QUA

RAGGIUNGERE LA VAL VIGEZZO? Il modo migliore per raggiungere Santa Maria Maggiore è con l'autostrada A8/A26 seguendo sempre Gravellona Toce. Da Milano occorre stare attenti solo a due deviazioni. Dopo Gallarate tenere la sinistra e seguire Gravellona Toce ( NON VARESE). Dopo Castelletto Ticino seguire sempre Gravellona Toce/Arona altrimenti finite a Genova. Una volta arrivati a Gravellona vi innesterete su una superstrada (SS33). Mettetevi comodi a 90 km/h e seguite sempre confine di stato. All'altezza di Domodossola tenete sempre la sinistra (non uscite a Domodossola!!) la strada passerà da 2 a 1 corsia. Qualche km più avanti uscite a MASERA/VAL VIGEZZO. Ora siete sulla SS337 all'altezza del KM 2,460 e non dovrete più abbandonarla. Inizierà una salita seguite sempre SANTA MARIA MAGGIORE/CONFINE DI STATO. La salita termina a Druogno (KM 13) andate sempre diritti direzione LOCARNO. 

Se vi interessa vedere la prima salita della Sgamelàa seguite il muretto sotto la chiesa sulla sinistra. Al termine e prima della Pizzeria "LA RUOTA" si stacca sulla sinistra una stradina in salita. Quello è il KM 5 della corsa e quella salita termina a Buttogno dopo circa 1,5K , da non sottovalutare!

Voi invece andate sempre dritti. Usciti da Druogno affronterete una lunga "S" attraversando i Binari della storica Vigezzina, il trenino che collega Domodossola a Locarno in Svizzera. Poi una curvetta a destra poi una curvetta e sinistra e voilà siete a Santa Maria Maggiore! In prossimità del KM 15 andate piano perchè la prima a destra è la Vs. meta (dal KM 15 circa 250 mt). Bene siete arrivati parcheggiate. Per il ritrovo dovete scendere per la via di circa 200 mt sulla sinistra è ben visibile il centro del fondo appena prima il triangolo in legno dove ci sarò io!

Ci vediamo domenica!

Per ora aderiscono al Blogpoint :

Per ora aderiscono al RRCM-Point :

  • Stefano S. (pettorale 15)
  • Francesco V. (pettorale 17)
  • Daniele F. (pettorale 11)
  • Simonetta B. (pettorale 4)
  • Walter V. (pettorale 16)
  • Antonella Z. (pettorale 18)
  • Marco F. (pettorale 10)
  • Ettore C. "Il Compa" (pettorale 9)
  • Isolano M. "Il Pres" (pettorale 13)
  • Ale B. (pettorale 6)
  • Loredana L. (pettorale 12)
  • Bianca M. (pettorale 7)
  • Gianni Pistis (pettorale 14)
  • Alberto T. (pettorale 20)
  • Salvatore G. (pettorale 19)
  • Lorenzo Brina ( pettorale 5)
  • Enrico Baldi ( pettorale 142 )
  • Filippo Stucchi (pettorale 143 )
  • Paolo Z. (si iscrive autonomamente)

lunedì 24 agosto 2009

26

Cusago dolce ritorno nel mio Paradiso...


Ancora piuttosto faticosa la settimana prima della Sgamelàa. Oggi, in effetti, sono stanco soprattutto muscolarmente. Da due settimane ho iniziato il potenziamento e non avendo fatto mai nulla lo patisco, eccome!

Ieri sono tornato a Milano e ne ho approfittato per fare una decina di chilometri di fondo lento che si sono poi trasformati in una corsa a sensazione con un ritmo più veloce dello standard e con l'intermezzo di un chilometro "veloce" (3.54) per cercare un po' di brillantezza nelle mie gambe rese particolarmente "pesanti" dal potenziamento e dalle corse in salita.

POTENZIAMENTO

Era previsto per dicembre, ma voglio iniziare subito gradualmente dato che non ho mai fatto nulla del genere. Il circuito mi prende circa 10 minuti e deve essere ripetute 3 volte (per ora lo ripeto 2 volte). Le ripetizioni saliranno con il tempo. Sono tutti esercizi a corpo libero tipo SQUAT, molleggi su un piede per polacci ecc. ecc. Consentito l'uso delle cavigliere (2Kg cadauno) per adduttori, glutei, quadricipiti femorali e bicipiti femorali.

Patisco particormente gli esercizi per glutei e addominali, mentre mi trovo molto bene sui molleggi e sullo SQUAT.

Un secondo circuito prevede il potenziamento del tronco da eseguire dopo il FL, ma l'ho fatto solo un paio di settimane fa, riprenderò da settembre. Dico solo che all'età di 14-15 facevo 10-15 trazioni senza problemi ora malapena ne faccio 5 ...

Con le flessioni siamo a 10 ripetizioni senza grossissimi problemi .....ma all'undici sono secco!

FONDO LENTO di IERI

A Milano non fa particolarmente caldo. Questa notte ho dormito, certo stavo meglio in montagna e domani se tutto va bene ci ritorno.

Alle 18.00 sono uscito per il classico giro dei 10K di Cusago sulla ciclabile del Parco Agricolo Sud Milano. L'impressione al sole è di umidità terrificante, ma sopportabile. All'ombra invece si sta discretamente. Il piano rispetto alle salite vigezzine invece è un altro pianeta e sembra quasi di correre in discesa :-))

Parto tranquillo e presto decido di correre a sensazione dato che i 5.20 che tenevo in montagna sono pura utopia (troppo lenti). 

Ogni volta che percorro questa splendida ciclabile benedico il giorno in cui decisi di venire a vivere a Cusago scappando da Milano. Sembra sempre di essere in ferie e sembra di vivere in un mondo a parte ...un vero paradiso!

Corro sotto i 5,00 senza problemi arrivando alla rotonda di San Giacomo (5K) in 24 minuti, giro di boa e ritorno alla base. Nei pressi del Bosco di Cusago decido di fare un chilometro un po' sostenuto (l'ottavo). Motivo? Non ho mai fatto ripetute con recuperi attivi e volevo capire cosa mi aspettava la prossima settimana. Inizio relativamente piano per poi attestarmi sugli ultimi 500 mt intorno a 3.45 al km (media finale del KM 3.54). Sensazioni? Secondi 45 minuti con il cuore in gola!! Una fatica bestia!! Ritorno ad un ritmo appena sotto i 5,00 con gambe legnose e pesanti (questa però in grossa parte è colpa del potenziamento) per poi concludere con gli ultimi 2K a 4.48 ed una media complessiva del giro dei 10K di 4.41 al KM con buon fiato, ma gambe stanche e sudato da far paura (umidità maledetta!).

Speriamo a settembre di abbassare il FL da 5,00 al KM a 4,50 al KM, sarà tutto da valutare. Con l'abbassamento delle temperatura cambieranno tante cose, spero in positivo.

Ora correrò tranquillo solo martedì e giovedì e spero di affrontare la Sgamelàa con gambe e fiato "brillante" , i 2.10 sono un'utopia, i 2.15 saran difficili, speriamo almeno di stare sotto il mio PB di 2.29 :-).

Tra un paio di giorni metterò il POST per il Blogpoint di domenica prossima!

Buone Corse a Tutti !

Riepilogo Settimana 17/08 - 23/08

  • Lunedì 9,16K ritmo 5.17 “Crana-Orcesco-Buttogno-Crana”
  • Martedì gita improvvisata all’alpe Parpignasca circa 700 metri di dislivello positivo in 50 minuti
  • Mercoledì 10,19K ritmo 5.15 “Crana-Buttogno-Coimo-Crana”
  • Giovedì 18,30K ritmo 5.17 “percorso Sgamelàa senza Re e Villette”
  • Venerdì Potenziamento
  • Sabato riposo ( gita agli Orridi di Urriezzo ) - Nella FOTO in alto l'Orrido SUD
  • Domenica un FL un po' allegro con 1K "veloce"

TOTALE KM 48,00



giovedì 20 agosto 2009

36

Cusma, Alpe Parpignasca e Lungo!




Apro questo post facendo i complimenti ad Elisa Cusma! Ieri sera 1’58” e sesta al mondo. Non male per lo scricciolo italiano anche se può dare molto di più e LEI lo sa! I tempi della seconda e della terza sono nelle sue corde e presto ne vedrete delle belle. Purtroppo il passaggio veloce ai 400 non le ha permesso la sua proverbiale progressione dai 500, ma va bene lo stesso. Deve comunque migliorare tanto sul finale, la volata per un ottocentista è fondamentale. Avete visto la Meadows? Grandissima! Si stava predendo pure il secondo posto e ai 550 era dietro alla nostra!!

Non vorrei esagerare con le polemiche, ma secondo voi, se Caster Semenya, entra nello spogliatoio femminile che succede? Secondo me quello che succede se ci entro io …
:-))

Ma torniamo sulla terra e vediamo cosa ho combinato dopo la Baceno-Devero-Crampiolo :

lun 9,16K ritmo 5.17 “Crana-Orcesco-Buttogno-Crana” 
mar gita improvvisata all’alpe Parpignasca circa 700 metri di dislivello positivo in 50 minuti
mer 10,19K ritmo 5.15 “Crana-Buttogno-Coimo-Crana” 
gio 18,30K ritmo 5.17 “percorso Sgamelàa senza Re e Villette”

In effetti dopo la corsa di domenica non ero per nulla stanco (e te credo: ho camminato!) e quindi ho macinato un po’ di km in montagna con dislivelli comunque sempre impegnativi.
Qui il fondo lento rigenerante non esiste, fatichi sempre!

Martedì doveva essere una giornata di riposo, ma una telefonata di domenica sera mi ha lasciato un tarlo nella testa, ve la riassumo velocemente: 

LEI “com’è andata la Baceno-Crampiolo?”
IO “mah, un buon allenamento, ma ho fatto tanta fatica a camminare sulla mulattiera. Strano eppure in montagna nei trekking vado veloce”
LEI “andavi veloce…….”
IO “……………..”
LEI “è un po’ che non cammini”
IO “………………” (ndl: non è vero…quest’inverno ho fatto una super ciaspolata) …


Martedì intorno alle 14 decido di andare a Domodossola a fare la spesa, ma alla deviazione per Trontano mi balena un’insana idea! Perché non andare a vedere dove inizia
il sentiero per l'Alpe Ragozzale (una gita che medito da tempo e che potete ammirare in FOTO). Parliamo della stupenda VAL GRANDE!

Detto fatto ….non sono attrezzato, ma ho le Nimbus ai piedi e dei pantaloncini un po’ lunghi, ma comodi. Parcheggio l’auto
comicio a camminare e praticamente mi fermo solo dopo 700 metri di dislivello positivo al rifugio dell’Alpe Parpignasca. Il tempo CAI dava 1h e 40 minuti, io ci ho messo 50 minuti senza acqua! Ma allora cammino ancora veloce!!!!

Tolto il sassolino dalla scarpa ammiro lo spettacolare panorama con vista su Tignolino (mt 2.246) da una parte e Cistella (mt 2.880) dall’altra. Mi bevo una Coca-Cola e giù a rotta di collo di nuovo verso Trontano. Questa mia “leggerezza” mi farà capire di avere delle ottime caviglie quest’anno, mi procurerà però un indolenzimento ai glutei che ancor oggi persiste! :-)

Oggi invece era previsto il lungo! È andato bene nonostante un fastidioso mal di testa che avevo fin dal risveglio e una colazione mai digerita che mi ha fatto compagnia lungo tutto il percorso. Per la prima volta da quando sono in montagna faccio una piccola sosta alla fontana, anche qua fa parecchio caldo anche se all’ombra si sta divinamente!
Ora sono un po’ stanchino, riposerò 2 giorni (anche se sabato andrò in gita all’Alpe Devero), domenica invece percorso Crana-Vasca e ritorno: tutto su asfalto con un centinaio di metri di dislivello positivo e negativo.

Piccola nota per chi correrà la Sgamelàa :
Se volete posso iscrivervi io, mi pagherete gli 8 euro la mattina della gara. Fa molto caldo anche in Vigezzo, speriamo si abbassino le temperature altrimenti ci saranno parecchie “vittime” il 30/8 ( me per primo! ).

Buone Corse a Tutti !!


domenica 16 agosto 2009

20

Baceno-Devero-Crampiolo - corsa?



Corsa…è qua che secondo me casca l’asino. Una corsa che per almeno 3 km è impossibile correre non è una corsa o forse si …Da Goglio alla Forcola ci sono delle pendenze durissime, non certo da paragonare alle Vertical, ma anche camminare è un’impresa (almeno per me). 

Vorrei darvi qualche dato : 

Baceno 655 mt (partenza) 
Goglio 1.133  
Pendenza media Beceno – Goglio 6,60% circa ( asfalto ) 
Forcola 1.608 
Pendenza media Goglio – Forcola 16% circa ( mulattiera con tratti oltre il 40% di pendenza ) 
Alpe Devero 1.631 
Alpe Crampiolo 1.831 (arrivo) 

Dopo aver corso cercando di tenere le energie da parte da Baceno a Goglio ad una media di circa 5,20 al km e dato 3 minuti ad Alberto, sulla mulattiera da Giglio alla Forcola si ripresenta il solito problema: quando c’è da camminare in salita (e vi assicuro che anche i primi lo facevano) io non vado, ma nel vero senso della parola. I casi sono due: o non ho la muscolatura adatta (però quando faccio trekking sulle montagna ho un buonissimo ritmo / mi serviranno molto i prossimi allenamenti sui gradoni e le ripetute in saluta) oppure è una questione psicologica. Come alla Domo-Lusentino vengo recuperato da Alberto in un attimo e letteralmente sverniciato (camminava anche lui, ma al triplo della mia velocità ehm lentezza) rifilandomi all’arrivo la bellezza di 9 minuti (Alberto chiuderà con un ottimo 1h e 35 minuti). Alla lunga pago sicuramente i tanti mesi in pista, ma va benissimo così. 

Va bene che doveva essere un allenamento, ma gente a cui ho dato parecchi minuti alla Corriossola mi sono arrivati tutti davanti quindi deduco che le corse esclusivamente in salita vanno preparate in ben altro modo. La Sgamelàa in confronto è molto meno faticosa perché ti permette di correrla e ti permette parecchi punti dove rifiatare. 

Sorpassato da un sacco di gente arrivo alla Forcola incredibilmente stremato (nonostante la lentezza della mia camminata) decido così di non "esagerare" e fino a Crampiolo corricchio e cammino tenendomi le energie per un giretto in bicicletta di 20K che farò nel pomeriggio. 

Da dire che negli ultimi giorni ho caricato tantissimo correndo 5 volte in 8 giorni oltre ad una salita del VCO in Bicicletta abbastanza faticosa ( Tot km a piedi in montagna 60 e 40 in bicicletta escluso oggi ) e iniziando il potenziamento con 2 sedute ( una mercoledì e una per il tronco venerdì dopo il FL ) che mi hanno creato qualche problemino oggi soprattutto per un affaticamento agli adduttori e qualche dolore agli addominali. 

Bene comunque! Archiviamo come un bel lungo e ulteriore potenziamento. Domani mi farò un bel Fondo Lento Rigenerante (anche se qua son solo salite e discese quindi c’è poco da rigenerare) e poi caricherò ancora fino al 23/08 quando inizierà lo scarico in vista della Sgamelàa che si correrà il 30/08. 

Per la cronaca vittoria di Marco Cattaneo in 1.02 seguito da Mattia Scrimaglia. 6° Andrea Basoli (amico di Franchino e vincitore della Sgamelàa 2008) in foto con me e il mitico Antonio Capasso. Costo iscrizione 8 euro con bellissima maglietta in cotone. Record di partecipanti 480!! Per qs motivo però mancavano magliette, pettorali e acqua ai rifornimenti per chi ha corso nelle retrovie (e questo non è bello!), oltre ad una partenza ritardata di 18 minuti 

Fantastico Blogpoint con Antonio! Ci mancherai tanto alla Sgamelàa!!

Buone Corse a Tutti !!



giovedì 13 agosto 2009

20

Bici e un allenamento particolarmente duro

Mercoledì doveva essere una giornata di riposo, ma il richiamo della bici da corsa ha avuto il sopravvento.

Con mio padre (nella foto) ci siamo fatti una bella sgroppata da Mergozzo al piccolo paesino di Cicogna cuore della Val Grande!

Una bella salita con gli ultimi 3K particolarmente duri al 12% di pendenza.

Nel pomeriggio invece ho iniziato il Potenziamento, quello che dovrei fare nei mesi invernali. Voglio portarmi avanti. Ho fatto 2 circuiti su 3, è stato faticoso, ma oggi sto benone e i muscoli sono belli tonici. Appunto oggi .....veniamo all'allenamento odierno.

E' incredibile che dopo 2 anni di corsa (l'anniversario cade, credo, proprio in qs giorni) ho ancora la presunzione (e l'ingenuità) di giudicare un allenamento ancor prima di averlo affrontato.

In programma c'erano 3K di riscaldamento + 10x100 in salita a ritmo sostenuto con 1'30" di recupero in souplesse+1K FL+2K veloci - allenamento reputato da me piuttosto facile, nella realtà invece dannatamente duro e difficile.

Individuata la zona ( ciclabile di RE ) parto per il riscaldamento che corro bello tranquillo in leggera discesa a 5.08 - dopo aver fatto una decina di minuti di stretching imposto il Garmin e parto per le ripetute.

Il luogo è ideale! Pochissima gente, tutto diritto (o quasi, solo una piccola curva che però posso tagliare) e una bella salitina da affontare 10 volte (pendenza credo intorno al 7% , il Garmin da addirittura 10% , ma sballa di brutto).

La prima 18” poi ne corro 6 praticamente speculari ad una media di 17”30 poi 16”97 – 15”73 – 15”85 recupero il solito minuto e trenta di corsa molto lenta e parto per i successivi 3K

Le sensazioni non sono eccezionali, le gambe sono stanche e hanno accumulato acido lattico. Mi sento come negli ultimi 5K della Sgamelàa quindi un po’ agonizzante :-) 

Il primo KM è di FL a 5.37 , il percorso quello del riscaldamento al contrario quindi in leggera salita ( circa 40 mt D+ ). 

Iniziano i 2K veloci e il primo scorre veloce a 4’10” , ma la crisi è dietro l’angolo…

Comincio ad ansimare e continuo a guardare il Garmin sperando di essere arrivato, ma mancano ancora 600 mt, un’eternità in qs condizioni. Mollo un po’ il ritmo, cerco di recuperare per sparare qualcosa alla fine. La strada sale e io sono veramente alla frutta, ma ormai ci sono solo 150 metri da coprire e allungo. Ormai è finita e chiudo sudato e contento a 4’07” – cammino qualche metro per recuperare e riprendo la statale correndo gli ultimi 500 metri a 4.21 (con ottime sensazioni) per riprendere l’auto e tornare a casa.

La fatica sta passando e la doccia me la farà scomparire. Anche questo allenamento è andato e la bilancia ora parla chiaro: sono tornato praticamente al mio peso forma in soli 6 giorni di montagna!

Domani fondo lento rigenerante e domenica (prevista pioggia) la Baceno-Devero-Crampiolo!


Buone Corse a Tutti !


martedì 11 agosto 2009

17

Medio e Montagna sali e scendi massacranti


Si ritorna a parlare di numeri dopo la bella parentesi sarda e al mio ritorno in montagna (venerdì scorso) sono seguiti 3 allenamenti in 5 giorni.

D'altra parte la Sgamelàa è ormai vicina, devo perdere un paio di Kg (ad oggi ne ho già persi 1,5) e dopo 3 mesi di mezzofondo mi sento chiaramente molto debole sulle lunghe distanze anche se rispetto all'anno passato i miglioramenti si vedono eccome.

Ho deciso questo trittico :

-1- Venerdì 7/08 Corto veloce "giro di Buttogno" altimetria nel terzo grafico in basso 6,73K corsi ad un ritmo di 4.32 ( FcMed 153 ) con bella salitozza a coprire circa 90 mt di dislivello (che poi è la prima della Samelàa) - Buone sensazioni, fatica contenuta.

-2- Domenica 9/08 Lungo "Sgamelàa senza Druogno e Buttogno" altimetria nel secondo grafico in basso 18,50K corsi ad un ritmo di 5,25 (FcMed 149) - piccola crisi a 2/3 del percorso superata alla grande sui km finali, appunto ottime sensazioni sui km finali.

-3- Martedì 11/08 Medio "ciclabile di Vigezzo" altimetria nel primo grafico in basso 3K di riscaldamento a 5.19 poi 10,50K corsi a 4.51 ( FcMed 154 ) con la presunzione di poter far meglio senza pensare al percorso durissimo con tanti sali e pochi scendi che hanno messo a dura prova le mie gambe e il mio fiato. Credo che comunque la Valle non si presti per fare dei MEDI. Trovo impossibile dettare un ritmo omogeneo su questi percorsi così ondulati ( alla fine il dislivello è stato di 300D+ e 150D- pur conoscendolo bene credevo meno dislivello ).

A fronte di questi allenamenti, ma soprattutto dell’ultimo mi trovo a riconsiderare il mio obbiettivo cronometrico per la Sgamelàa. Ero convinto di poter puntare alle 2 ore e 10 minuti, mi sono invece accorto di avere poco fondo e poca resistenza. Soprattutto soffro tantissimo i sali scendi che non ti permettono di impostare un ritmo omogeneo. Come per gli altri anni gli ultimi 10K della Sgamelàa saranno una vera e propria agonia e credo che un tempo di 2 ore e 15 minuti sia sicuramente più realistico anche se difficile da raggiungere.
Certo mancano ancora quasi 3 settimane e i conti si fanno alla fine, ma io voglio mettere le mani avanti per poi trarre un bilancio la settimana prima della gara che sarà di totale scarico.

Per adesso invece carichiamo, le prossime fatiche saranno :

mercoledì bici da corsa con mio padre da Verbania a Cicogna mentre nel pomeriggio comincerò (per gradi) il potenziamento muscolare con esercizi a corpo libero.
giovedì 10x100+FL+2000 veloci
venerdì FL 40 minuti + allunghi
domenica correrò la Bacevo-Devero-Crampiolo come allenamento cercando di non forzare anche se trattasi di gara tosta su 15K ma soprattutto 1165 mt di dislivello tutto positivo.

Nella foto in alto il mio arrivo alla corsa della MERCEDE ad Alghero (SS) – un grazie al papà di Davide autore della foto.

Buone Corse a Tutti !




domenica 9 agosto 2009

26

SCALA PICCADA dove osano i Blogger!






Ognuno di noi possiede dei sogni nel cassetto, io però ho anche i sotto-sogni nel taschino e ne ho tantissimi ! Tutti maggiormente accessibili rispetto ai fratelli maggiori e uno di questi è proprio SCALA PICCADA!!

Ho letto in passato tanti reportage su questo suggestivo percorso sui blog di Mathias e Davide e devo dire di esserne rimasto tremendamente affascinato.

Purtroppo tra una mangiata e l'altra, tra una spiaggia e l'altra siamo riusciti ad organizzarlo solo l'ultimo giorno (mercoledì 5/08), così quando verso le 15,00 sono stato colpito da dolorosi crampi allo stomaco (causa la mia ingordigia o un colpo di freddo in scooter o tutti e due) mi veniva da piangere ed ero sull'orlo della disperazione.

L'appuntamento era alle 19.55 e il tempo scorreva inesorabile.



Grazie alle amorevoli cure di Barbara e a vari incitamente degni di un allenatore di atletica consumato ci sono andato e nel riscaldamento come d'incanto è passato tutto, dico tutto! Per poi tornare 10 minuti dopo l'arrivo ....ma chi se ne frega, ormai ero arrivato.

Ma che cos'è di preciso SCALA PICCADA? Un passo, una casa cantonale, il meraviglioso entroterra sardo con splendida vista panoramica su Alghero e Capo Caccia, ma soprattutto una salita di circa 5,10K con pendenza media del 5% e breve tratto di 400 metri in leggera discesa a metà percorso, tutto su asfalto e tutto con un panorama mozzafiato che non richiede nessun biglietto da pagare !!!!

Alla partenza ci siamo io, Davide, Mathias, Paolo, Giuseppe e il prode Peppino che ci farà da ristoro volante e che voglio ringraziare pubblicamente.



Si parte e Davide è già avanti di parecchio! Io faccio il mio passo non è il caso di esagerare e poi voglio anche godermi il paesaggio (meglio dell'HD!!).

Paolo è appena dietro e credo al 2K mi prende e si mette davanti lui. Per me è un toccasana avere un riferimento perchè nonostante il mal di stomaco sia passato ho le gambe un po' molli....

Al primo scollinamento ci sono 400 metri in leggera discesa e Davide è li avanti non troppo lontano. Continuo però sul mio passo, di andarlo a prendere non se ne parla nemmeno, troppo forte su questo terreno e soprattutto gambe troppo molli.

Paolo comincia a dare qualche strappetto e intorno al 3,5K capisco di essere alla frutta, riesco a tenere, ma faccio grande fatica. Lui sale bene, ha un ottimo passo e sembra non far fatica.

La SVOLTA (negativa per me) poco più avanti. Pensando di essere quasi arrivato e vedendo Paolo allungare ancora provo a stargli dietro, ma girando l'angolo mi accorgo che mancano ancora almeno 800 metri e crollo mentalmente o meglio mi godo il panorama e non reagisco al suo ennesimo strappo.

Eccomi in cima! Il sole sta tramontando su Capo Caccia e la luna si affaccia dalla parte opposta! è STUPENDO!!

Poco dopo arriva Math con un gran tempo! Foto di rito e finisce tutto, torna il mio mal di stomaco, ma ormai ho finito di correre e il sotto-sogno viene esaudito alla grande!

Torno ad Alghero con Barbara in scooter e mi riGODO lo splendido paesaggio con un sorriso enorme stampato in faccia ....

Cosa volete di più dalla vita :-))) ..........
P.S. in Sardegna ho fatto altre 2 uscite: una in pista con Math tirandogli un 5.000 e una non competitiva (molto competitiva) di 7,66K corsa a 4.03 (direi non male per il percorso e per il clima vacanziero).
Ora sono in montagna e ho già macinato 2 uscite molto fruttuose (un corto veloce e un lungo di 18,5K), ma questo sarà un prossimo POST.
Buone Corse a Tutti !!


venerdì 7 agosto 2009

17

Ajò !!



Ajò! Sono tornato! Dopo 10 ore di pallosissimo traghetto e 1 ora e mezza di autostrada notturna in scooter in balia di camion e vento rieccomi a casetta!

Domani si parte per la montagna e si resetta tutto, si perchè dalla vacanza sarda (STUPENDA) mi sono anche portato ben 2,5 kg in più !! La bilancia è stata inflessibile!! Non mi preoccupo: 1° perchè ne è valsa davvero la pena (culinariamente parlando), 2° perchè in montagna ne perderò almeno 3 o 4 preparando la Sgamelàa! :-)

Vi parlerò più avanti della vacanza ora vorrei soffermarmi a rigraziare Mathias, Davide e Paolo per la fantastica accoglienza che hanno riservato a me e a Barbara, la mia compagna.

Più che Blogpoint sono state riunioni tra vecchi amici - Ho già avuto esperienze telematiche e devo dire che fare il Blogger mi sta davvero entusiasmando! Come quando nella seconda metà degli anni 80 ho aperto una BBS ( quelli della mia generazione se le ricorderanno sicuramente ) conoscendo tantissima gente.

Vorrei quindi dare un aggettivo ad ognuno di loro :

DAVIDE sfrontato (podisticamente parlando) - Impressionanti le sue condotte di gara pari quasi al suo talento (immenso). Le sue partenze non rispettano nessun codice atletico, una scheggia impazzita capace, secondo me, di qualsiasi risultato. Con allenamenti mirati è uno da 35' sul 10.000, ma potrebbe ambire a risultati ancor migliori. Dal punto di vista podistico mi ha davvero impressionato. Il consiglio che vorrei dargli è di coltivare il suo talento, di puntare molto in alto con allenamenti mirati. Imparare a riscaldarsi bene prima di ogni gara. Un test autunnale in pista sul 5.000 è d'obligo per capire il valore sul piano, ma trovati una lepre, non correrlo da solo.

PAOLO determinato - Se Davide non comincia ad allenarsi in maniera mirata Paolo arriva e lo batte! Su Scala Piccada mi ha impressionato molto il suo stile di corsa in salita, ma soprattutto la sua calma nell'affrontarla. E poi, come me, non è più un ragazzino e noi "vecchietti" terribili siamo molto temibili. Il consiglio che vorrei dargli è di puntare dritto Davide e obbiettivi sempre più ambiziosi perchè con la sua determinazione e la sua pacatezza raccoglierà grandi risultati.

MATHIAS passionario - Questo aggettivo ci accomuna tremendamente. Che vinca o perda si diverte come un bambino al suo primo giocattolo. Il suo sorriso è disarmante per l'allegria che trasmette e mi ricorda il mio amico di infanzia Daniele. Positività fatta persona. Fargli da lepre sul 5.000 è stato divertentissimo, guardarlo mentre sprinta tutto felice all'arrivo adrenalinico!! Vederlo arrivare alla Mercede e su in cima a Scala Piccada tutto sorridente fa tanto bene a questo sport così bello e denso di emozioni. Noi ci emozioniamo sempre: per un grande risultato, ma anche per uno piccolo; Alla fine vinciamo sempre perchè pensiamo sempre di aver fatto qualcosa di positivo. Riusciamo a trasformare tutto sempre in un sano e puro divertimento. Per questo ti dico che puoi raggiungere qualsiasi risultato, il detto Volere è Potere ti calza a pennello. Il consiglio che vorrei dargli è di non cambiare mai !!

E io ? Egoisticamente e podisticamente parlando credo di aver imparato tantissimo e di aver carpito modi nuovi nell'affrontare corse in salita o comunque muscolari. Per un Padano come me è molto importante. Spero di mettere a frutto il tutto già da domani. Grazie ragazzi, anche per questo!

Bene, mi sembrava giusto spendere 2 parole per i miei nuovi amici, nei prossimi post si tornerà a parlare di numeri con le corse in Sardegna e gli allenamenti che da domani mi vedranno protagonista in montagna!

Ajòòòòòòòòòòò!!

Appuntamenti in Evidenza

4-6 marzo 2011 Camp.ti Italiani Indoor Master - RISULTATI

16-20 marzo 2011 Camp.ti Europei Indoor Master RISULTATI

4-5 giugno 2011 CDS Fase Regionale a Novate Milanese (MI) RISULTATI

2-3 luglio 2011 Camp.ti Regionali Master Indivisuali a Busto Arsizio (VA) RISULTATI

6-17 luglio 2011 Camp.ti Mondiali Master a Sacramento - USA RISULTATI

30/09 -02/10 2011 Camp.ti Italiani e CDS 3° prova Master a Cosenza LISTA ISCRITTI


Calcola la tua velocità
 
Ore:
Minuti:
Secondi:
Metri:
Minuti/KM:
KM/h:
 

 Fonte www.tuttopodismo.it





Responsabilità
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L'amministratore del blog, pur mantenendo costante azione preventiva, non ha alcuna responsabilità per gli articoli, siti e blog segnalati e per i loro contenuti. Ogni commento inserito nei post viene lasciato dall'autore dello stesso accettandone ogni eventuale responsabilità civile e penale. Le foto ed i video contenuti in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono copyright dei rispettivi autori/agenzie/editori.